Press / Dicono di noi

/

formazione-sofongo-Grunge-dicono-di-noi

CENTRO DI FORMAZIONE BENTSIK, CORSO PER SORDI
26/10/2012, Fonte: Mattino di Padova

Ha preso il via al centro di formazione professionale Bentsik di Padova
un corso di formazione per sordi su paghe e contabilità. L’iniziativa è
possibile grazie a un protocollo d’intesa siglatonei giorni scorsi tra
l’assessore provinciale al Lavoro e Formazione della Provincia di Padova
Massimiliano Barison e il presidente della sezione provinciale padovana
dell’Ente nazionale dei Sordi Maurizio Drago. Nella foto un momento
della presentazione del corso.


FORMAZIONE AL CENTRO BENTSIK CORSO PER SORDI
SULLA CONTABILITA

26/10/2012, Fonte: Gazzettino di Padova

Prende il via domani al centro professionale Bentsik un corso di formazione
per sordi su paghe e contabilità. L’iniziativa è possibile grazie ad un protocollo
d’intesa tra l’assessore provinciale al Lavoro e Formazione Massimiliano Barison
e il presidente della sezione povinciale padovana dell’Ente nazionale dei Sordi
Maurizio Drago. Il corso si rivolge alle persone affette da sordità che, preferibilmente,
siano in possesso di un diploma di scuola superiore. La durata è di 60 ore.
La Provincia ha messo a disposizione dell’Ens un contributo di 10 mila euro attraverso
il fondo regionale per l’occupazione dei disabili.


AL CENTRO BENTSIK PROFESSIONALITA’ E CORTESIA
14/03/2009, Fonte: Mattino di Padova

Il 3 marzo scorso ho sostenuto un esame ECDL presso il Centro formazione
professionale Bentsik di Padova: ho trovato una professionalita’ e cortesia che
mai ho riscontrato in altri centri di formazione. A partire dal docente, Claudio Gori,
che mi ha anche formato privatamente, ai suoi colleghi che mi hanno accolto e
dimostrato una professionalita’ ed umanita’ che credevo non essere piu’ presente
in uomini devoti alla formazione. Se tutte le scuole italiane fossero come questa
forse i ragazzi sarebbero attratti dallo studio e dal rispetto che i docenti meritano.
Ringraziando Claudio Gori, esperto e capace formatore, voglio ricordare anche
i professori Slanzi e Bonomi.
Gabriele S.


“NONNI INFORMATICI” SUCCESSO DEL COMPUTERBUS
PROMOSSO DALLA PROVINCIA

27/05/2003, Fonte: Mattino di Padova

CADONEGHE. Un attestato con tutti gli onori e’ ststo consegnato ai primi
partecipanti al Computerbus, il corso di informatica per anziani. Alla presenza
dell’assessore provinciale Sebastiano Arcoraci e del presidente di Telerete Nordest,
Stefano Franceschi, promotori e organizzatori del progetto, sono sfilati i
“nonnetti informatici”, tutti entusiasti e soddisfatti della loro partecipazione.
Chi si aspettasse di trovare vecchiette incanutite e nonnetti con bastone,
rimarrebbe profondamente deluso. I sessantenni del nuovo millennio sono giovani
e nello spirito. Desiderosi di imparare, di aggiornarsi e di capire i discorsi dei figli
e nipoti e “non essere piu’ presi bonariamente in giro da loro”. Nella duplice veste
di organizzatrice e di alunna era presente anche l’assessore Alessandra Baldan.
Con al recente informatizzazione del Comune e il sito internet comunale di prossima
inaugurazione, anche la politica deve stare al passo con i tempi.
Il progetto Computerbus e’ stato pensato per avvicinare alle nuove tecnologie
i cittadini oltre i 55 anni.
Ormai l’eta’ si allunga, si parla anche di “quarta eta’”, per cui bisogna pensare
ad attivita’ per i “giovani-anziani” che non svolgono piu’ un ruolo lavorativo attivo,
ma sicuramente educativo Sono numerosi, infatti, i sessantenni che si occupano
di nipotini sempre piu’ spesso alle prese cin i computer per gioco o per studio.
Diciotto over-55 hanno studiato per una settimana all’interno del vecchio mezzo
pubblico destinato alla rottamazione, completamente rimesso a nuovo e dotato
di nove postazioni informatiche comprensive di allaciamento Internet. Entusiasti
i partecipanti al corso. Le lezioni sono semplici e chiare e l’insegnante, il dottor
Claudio Gori, paziente con questi “studenti” da molto tempo assenti dai banchi
di scuola. Per delle persone che hanno imparato a scivere con penna e calamaio,
trovarsi a picchiettare su una tastiera è un passo sicuramente non facile.
Il Computerbus si sta spostando adesso in altri comuni della Provincia, incontrando
sempre un largo consenso. Non e’ escluso che, vista la grande richiesta, la Provincia
ripeta l’esperimento, organizzando per l’anno prossimo nuovi corsi di informatica
itineranti. (Cristina Salvato)


BELLI I CORSI DI INFORMATICA PER LA TERZA ETA
18/05/2003, Fonte: Gazzettino di Padova

Ho letto con piacere l’articolo dedicato al Computerbus di Telerete che permette
di partecipare a corsi di informatica di base a noi della Terza Eta’.
Posso testimoniare che il corso attivo a Cadoneghe e’ ben organizzato, il bus e’
di un laboratorio informatico con postazioni pc sufficienti ad ospitare noi allievi
in modo gradevole. Inizialmente non ero convinto di iscrivermi perche’ credevo
che il mondo informatico fosse qualcosa di extraterrestre, non accessibile ed
impossibile per coloro che sono in pensione o che hanno superato una certa
eta’: devo ricredermi; il nostro insegnante, Dott. Gori Claudio (e’ estremamente
doveroso e rispettoso citare il suo nome se non per la cordialita’ e pazienza che
ha nei confronti di noi che lo “assaltiamo” con domande e dubbi; domande e dubbi
puntualmente hanno chiare e esaurienti risposte), e’ estremamente competente,
preparato e professionalmente illustra e spiega le lezioni passo per passo, con
estremamente semplici ed esempi chiari che fanno del corso di informatica una
droga” per la quale non si vede l’ora di tornare a lezione il giorno dopo per ascoltarlo
acquisire nuove nozioni. Ringrazio la Provincia, telerete ed il Comune di Cadoneghe:
tutti, con questa iniziativa, si sono dimostrati sensibili nei confronti della terza eta’,
di noi pensionati che possiamo non solo essere “reintegrati” nel nuovo mondo
informatico (per ineteressi personali o professionali) e nella nuova era di
internet ma che possiamo unire le nostre esperienze professionali passate con
questi nuovi strumenti che sono il futuro dei nostri figli e nipoti.
Lasciatevelo dire dal sottoscritto, un pensionato “duro di comprendonio”:
non lasciatevi scappare l’occasione del Computerbus, non abbiate paura di
avvicinarvi al computer o internet finche’ ci saranno insegnanti degni del termine
stesso. Concludo nella speranza che in futuro siano organizzati corsi anche
avanzati ai quali sicuramente non manchero’.
Un pensionato


FINO A VENERDI C’E’ IL “COMPUTERBUS”. GLI ANZIANI
A LEZIONE DI INFORMATICA

14/05/2003, Fonte: Mattino di Padova

CADONEGHE. Lunedi’ e’ arrivato il Computerbus. Tocca a Cadoneghe aprire il
“tour” nei Comuni padovani della struttura itinerante, in cui gli over 50 potranno
imparare l’utilizzo delle tecniche informatiche.
Il progetto “Computerbus-Informatica e Terza Eta’” e’ stato ideato dall’assessorato
alla Pubblica Istruzione della Provincia in collaborazione con le biblioteche e TeleNordest.
Si tratta di un’iniziativa pensata per avvicinare alle nuove tecnologie i cittadini con
un’eta’ compresa tra i 55 e 65 anni, che raramente utilizzano un personal computer in casa.
L’autobus, un vecchio mezzo pubblico destinato alla rottamazione, e’ stato completamente
rimesso a nuovo. Ora, al posto dei sedili per i passeggeri, sono state collocate nove
postazioni Internet, che permetteranno a 18 persone di frequentare le lezioni sull’utilizzo
del computer. Gli iscritti riceveranno i primi rudimenti di informatica, impareranno a
usare Word, ad utilizzare Internet e la posta elettronica.
Entusiasti i primi partecipanti al corso di Cadoneghe. Le lezioni sono semplici e chiare
e il personale paziente con gli “studenti”.
Il Computerbus sostera’ a cadoneghe nell’area adiacente ai nuovi uffici tecnici
comunali fino a venerdi’ dalle ore 1:30 alle 18:30.
Dopo Cadoneghe l’autobus raggiungera’ i Comuni della provincia che hanno aderito
all’iniziativa. Appuntamento quindi nelle prossime settimane a Campodoro, Candiana,
Cartura, Due Carrare, Masera’, Pernumia, San Martino di Lupari, Villafranca e tutti gli
altri Comuni che stanno prenotando.
Non e’ escluso che grazie al grande entusiasmo con cui e’ stata accolta l’iniziativa,
la Provincia non decida di organizzare alcuni altri corsi durante l’autunno. (c.sal.)